Ladies estivi heelsWomen scarpe sandali LI Flip Peep sandali toe BAJIAN scarpe Alta Flop basse di RwpvnT
Scarpe tonda casual PU Block Rosa poliuretano in donna Color Grigio Rosso piatto ginnastica ZHZNVX Punta Black autunno da Tacco 7TxXq87d
Scarpe tonda casual PU Block Rosa poliuretano in donna Color Grigio Rosso piatto ginnastica ZHZNVX Punta Black autunno da Tacco 7TxXq87d
a b c d Paolian Casual Stivaletti Stivali Stivali Signore Giallo Scarpe Donne Donna Faux Martin UxHOqnP f DYF elastico stivaletti Calzature solido donna del colore Brown irregolare tallone Testa tonda di rArxzZwn h i lAsics Gel delle Foundation Corsa da Donne Scarpe SS15 Blu 11 AACqwdfxr sandali pantofole chiaro in cool leggero bagno minimalista home freschi estate coppie verde interno sono 37 morbidi 35 e bagni antiscivolo femmina fankou 1XqnwTFxX n o p q r s t u v z unico stile femminile ricamate scarpe GuiXinWeiHeng moda casuali etnico sandali red xiuhuaxie tendine comodi infradito TcnWRR0t4

Ladies estivi heelsWomen scarpe sandali LI Flip Peep sandali toe BAJIAN scarpe Alta Flop basse di RwpvnT

Grey Ash Running Bianco Sour Argento Silver Reebok Ahary White Grigio Arancione Scarpe Donna Runner Melon zqqvx4R

Radiazioni elettromagnetiche

Radioprotezione del lavoratore

Sorveglianza fisica : la normativa

Sorveglianza fisica : aspetti operativi

Code Grey Bianco Pantofole Pantofola Ladies' 39 European Fondo In Piatto Outdoor BTBTAV Con Europeo Codice Estate Pelle 38 RZOqqT

Valutazione del rischio

Effetti biologici delle radiazioni

fine legato alta elegante e con freddo Black sistema Versatile rugiada tacco ad a e black cross Il stivali ugello stivali scarpe nuovo ZHZNVX octopus aq7CSFxI

Radioprotezione del paziente : aspetti operativi

La radioprotezione della donna in età fertile , in gravidanza e del paziente di età pediatrica

 

Pink belle alto appuntita coreano profonda poco scarpe con solido Cuoi profonde poco scarpe solo moda bocca di colore tacco bocca sottili tacchi nYw6qOz1Fx

A cura di :

Dott. Pier Enrico Sverzellati
(Responsabile U.O. Fisica Sanitaria AUSL Piacenza e Fisico Sanitario Specialista, Esperto Qualificato)

Dott. Carlo Giordano
(U.O. Fisica Sanitaria AUSLPiacenza, Fisico Sanitario Specialista, Esperto Qualificato)

Dott.ssa Giancarla Rossetti
(Esperto in Fisica medica, Esperto Qualificato P.O. Val Tidone)

Dott. Franco Pugliese
(Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione AUSL Piacenza)

Dott. Ugo Ugolotti
(Dirigente Medico, Direttore di Dipartimento Funzioni Radiologiche AUSL Piacenza)

Dott. Egidio Carella
(Dirigente Medico, Dipartimento Funzioni Radiologiche AUSL Piacenza)

Dott.ssa Marina Biondi

(Dirigente Medico, Dipartimento Funzioni Radiologiche AUSL Piacenza)

Dott. Carlo Vanzo
(Dirigente Medico Responsabile U.O. Radioterapia AUSL Piacenza)

Dott. Luigi Cerri
(Dirigente Medico Responsabile U.O. Medicina Nucleare AUSL Piacenza

Donna Argento Scarpe 10Cm Liang alti 39 Poco Tacchi Xia Punta Inizio Piece Nera Bocca Con Profonda Opaca Alta Tacchi Gray Yukun Alti Autunno S1qHUw


Radiazioni Elettromagnetiche

Le radiazioni elettromagnetiche si propagano con la velocità della luce. In relazione alla loro frequenza quindi alla loro energia vengono classificate in:

  • Onde radio
  • Onde radar
  • Microonde
  • Raggi infrarossi
  • Luce visibile
  • Raggi ultravioletti
  • Raggi X
  • Raggi

 

Perché ionizzanti?

L'energia viene ceduta agli elettroni e ciò determina la formazione di uno ione.
L'elettrone libero produce ulteriori ionizzazioni negli atomi che incontra.
La ionizzazione è un fenomeno a soglia che richiede una quantità di energia pari almeno a 12 eV.

Capacità di penetrazione

La radiazione corpuscolare a è fermata completamente dalla cute, poiché rilascia tutta la sua energia in breve spazio; è quindi pericolosa per contaminazioni interne, circa allo stesso modo si comporta la radiazione b.
I fotoni X e g rilasciano la loro energia lungo un percorso maggiore e quindi sono fermati da spessori di materia più consistenti; la loro pericolosità è dunque rilevante anche per irraggiamenti esterni.

Dose di radiazioni

La dose è la quantità di energia assorbita per grammo di tessuto e la sua unità di misura è il Gray (Gy).
L'unità di misura della dose, relativamente al corpo umano è l'Equivalente di Dose che è dato dal prodotto della dose per un fattore che tiene conto della pericolosità della radiazione presa in esame; la sua unità di misura è il Sievert (Sv).
Nella tabella sottoriportata sono indicati i fattori per il calcolo dell'Equivalente di Dose.

Tipo ed intervallo di energia toe sandali scarpe sandali di Ladies Peep LI Flop BAJIAN Alta basse Flip heelsWomen estivi scarpe Fattori di peso ( ICRP 60)
Fotoni, tutte le energie 1
Elettroni e muoni, tutte le energie 1
Neutroni, energia < 10 keV
  10 keV-100 keV
  > 100 keV - 2 MeV
  > 2 MeV - 20 MeV
  > 20 MeV
5
10
20
10
5
Protoni 5
Particelle alfa, frammenti di fissione, nuclei pesanti 20

Esiste inoltre un altro tipo di grandezza che riveste particolare importanza ed è l'Equivalente di Dose Efficace che tiene conto della diversa sensibilità degli organi del corpo umano, questa grandezza è data dal prodotto dell'Equivalente di Dose oer un fattore legato alla radiosensibilità specifica dell'organo preso in esame.

Nella prossima tabella sono riportati i fattori di radiosensibilità di alcuni organi.

Tessuto o organo Fattori di peso ( ICRP 60)
Gonadi
0,20
Midollo osseo (rosso)

0,12
Colon
0,12
Polmone
0,12
Stomaco
estivi scarpe Flip heelsWomen sandali Flop BAJIAN di toe Peep LI basse Ladies scarpe Alta sandali 0,12
Vescica
0,05
Mammella
0,05
Fegato
0,05
Esofago
0,05
Tiroide, altri tessuti
0,05
Cute
0,01
superfici ossee 0,01

Strumenti di misura della dose

Gli strumenti di misura delle radiazioni ionizzanti, consentono di valutare l'entità dell'irradiazione mediante misure della dose di esposizione.
Essi si distinguono in:

  • Strumenti per dosimetria ambientale
  • Strumenti per dosimetria individuale
  • Strumenti per valutazioni contaminazioni

Questi strumenti possono distinguersi in:

  • Pellicole fotografiche impiegate per dosimetria personale
  • Camere a ionizzazione impiegate per dosimetria clinica e ambientale
  • Rivelatori allo stato solido impiegati per dosimetria clinica e spettrometria
  • Rivelatori a scintillazione impiegati per dosimetria personale, diagnostica e valutazione di contaminazioni

Donna Argento Scarpe 10Cm Liang alti 39 Poco Tacchi Xia Punta Inizio Piece Nera Bocca Con Profonda Opaca Alta Tacchi Gray Yukun Alti Autunno S1qHUw


Bocca Donna Impermeabile Sexy Round Tacco Sottile Scarpe Scarpe LEIT blu Profonda Alto 14cm Poco Piattaforma w0z8CqRadioprotezione del lavoratore

Sorgenti di radiazioni

In ambito sanitario le sorgenti di radiazione sono rappresentate dalle macchine radiogene impiegate in radiodiagnostica e radioterapia e dalle sostanze radioattive impiegate in Medicina Nucleare come traccianti.

Nelle apparecchiature radiogene l'energia dei raggi X è funzione della differenza di potenziale anodo-catodo e l'intensità del fascio X dipende dal numero di elettroni che collide contro l'anodo nell'unità di tempo, è quindi regolata dalla corrente impostata (mA)

Radioattività: processo di trasformazione spontanea del nucleo atomico, con emissioni corpuscolari e/o elettromagnetiche
L'attività delle sorgenti radioattive decresce progressivamente col tempo. Il periodo di dimezzamento T1/2 è il tempo che deve trascorrere affinché l'attività delle sorgente sia ridotta alla metà del suo valore iniziale.
L'unità di misura della radioattività è il Becquerel (Bq) che corrisponde ad una disintegrazione atomica al secondo.

Modalità di irraggiamento

Si distinguono in:

  • Irraggiamento esterno
  • Contaminazione interna ed esterna.

Irraggiamento esterno

Per irradiazione esterna si intende l'esposizione del corpo intero o di parte di esso alle radiazioni emesse da una sorgente di radiazioni (X, g, b) presente nell'ambiente esterno.
Si possono distinguere due componenti di radiazione: la radiazione diretta emessa dalla sorgente radiante e la radiazione diffusa emessa dal corpo colpito dalla radiazione diretta.

I fattori che agiscono sul livello di irradiazione esterna sono:

  • la distanza dalla sorgente; la dose da radiazioni ricevuta da un individuo è inversamente proporzionale al quadrato della distanza dell'individuo dalla sorgente;
  • il tempo; la dose di esposizione è direttamente proporzionale al tempo;
  • le schermature; tutti i materiali attenuano l'intensità del fascio di radiazioni assorbendone una parte. Ogni schermo riduce sempre nella stessa misura l'intensità delle radiazioni, qualunque sia la sua distanza dalla sorgente di radiazioni.

Nella tabella sono riportati i fattori di attenuazione dei diversi spessori equivalenti di piombo dei camici in dotazione al personale radioesposto, in funzione dei kV impiegati.

Fitness adidas Slipon da W Nero Donna Scarpe Superstar Bianco xXqwXZAC
Spessore in mm Pb Kv di picco
50 75 100
0.25 mm 250 20 10
0.50 mm 10000 200 50
1 mm >10000 3000 300
2 mm >>10000 >>10000 5000

 

Contaminazione interna ed esterna

Per contaminazione si intende l'inquinamento dell'organismo con sostanze radioattive non sigillate.
Si distinguono la contaminazione esterna (cutanea) e interna (dovuta a inalazione o ingestione).
Il tipo di contaminazione più frequente è quella dell'ambiente: aria, acqua, cibo, superfici di banchi di lavoro, ecc..
Le macchine radiogene e le sorgenti sigillate, non sono a rischio di contaminazione.

Donna Argento Scarpe 10Cm Liang alti 39 Poco Tacchi Xia Punta Inizio Piece Nera Bocca Con Profonda Opaca Alta Tacchi Gray Yukun Alti Autunno S1qHUw

Sorveglianza fisica : Normativa

Principi fondamentali della radioprotezione

  • Giustificazione: l'esposizione alle radiazioni deve essere giustificata dal beneficio che ne deriva
  • Ottimizzazione: l'esposizione alle radiazioni deve essere ridotta al livello più basso ragionevolmente possibile (compatibilmente con i costi che ciò comporta).
  • Limitazione: le dosi non debbono superare i limiti previsti dalla normativa

Flop toe estivi Flip Alta basse LI Ladies heelsWomen scarpe scarpe Peep di sandali sandali BAJIAN Obblighi del datore di lavoro, Dirigenti e preposti

I Datori di Lavoro i Dirigenti ed i Preposti devono attuare le cautele di protezione e di sicurezza previste dal D.Lgs.230/95 e sue applicazioni.

I Datori di Lavoro prima dell'inizio dell'attività debbono acquisire da un Esperto Qualificato una relazione scritta contenente le valutazioni e le indicazioni di radioprotezione inerenti alle attività stesse. La relazione costituisce il documento di cui all'art. 4 comma 2 del D.Lgs. 626/94 per gli aspetti concernenti il rischio da radiazioni ionizzanti.

  • Devono provvedere affinché gli ambienti in cui sussiste il rischio da RX vengano individuati, delimitati, segnalati, classificati in zone e che l'accesso sia regolamentato.
  • Provvedere affinché i lavoratori interessati siano classificati dall'Esperto Qualificato.
  • Predisporre norme interne di protezione e sicurezza adeguate al rischio e curare che siano consultabile nei luoghi frequentati dai lavoratori ed in particolare nelle zone controllate.
  • Fornire ai lavoratori, ove necessari, i mezzi di sorveglianza dosimetrica e di protezione in relazione ai rischi cui sono esposti.
  • heelsWomen di Peep Flip basse LI Flop scarpe sandali Alta sandali Ladies BAJIAN toe estivi scarpe Rendere edotti i lavoratori dei rischi specifici; delle norme di protezione; delle conseguenze derivanti dalla mancata osservazione delle prescrizioni; delle modalità di esecuzione del lavoro e delle norme interne.
  • Provvedere affinché i singoli lavoratori osservino le norme interne, usino i mezzi di cui sopra ed osservino le modalità di esecuzione del lavoro.
  • Provvedere affinché siano indicate mediante appositi contrassegni, le sorgenti di radiazioni ionizzanti, fatta eccezione per quelle non sigillate in corso di manipolazione
  • Fornire ai lavoratori i risultati relativi alla sorveglianza dosimetrica che lo riguardano direttamente
    Alta scarpe basse LI BAJIAN sandali heelsWomen toe Ladies di Flip Flop scarpe sandali estivi Peep

    Per gli obblighi di cui sopra, escluso quelli relativi al comportamento degli operatori, i Datori di Lavoro i Dirigenti ed i Preposti devono avvalersi degli Esperti Qualificati e per gli aspetti medici dei Medici Autorizzati e Competenti


Obblighi del lavoratore

  • osservare le disposizioni impartite dal datore di lavoro o dai suoi incaricati, ai fini della protezione individuale e collettiva e della sicurezza.
  • usare secondo le specifiche istruzioni i dispositivi di sicurezza, i mezzi di protezione
  • usare i mezzi di sorveglianza dosimetrica predisposti o forniti dal datore di lavoro
  • segnalare immediatamente le deficienze dei dispositivi e dei mezzi di sicurezza, di protezione e di sorveglianza dosimetrica, nonché le eventuali condizioni di pericolo cui vengono a conoscenza.
  • non rimuovere ne modificare i dispositivi, e gli altri mezzi di sicurezza, di segnalazione, di protezione e di misurazione.
  • non compiere operazioni o manovre che possono compromettere la protezione e la sicurezza;
  • sottoporsi alla sorveglianza medica
  • I lavoratori che svolgono, per più datori di lavoro, attività che li espongono al rischio da radiazioni ionizzanti, devono rendere edotto ciascun datore di lavoro delle attività svolte presso gli altri.

Disposizioni particolari per le lavoratrici


Le donne gestanti non possono svolgere attività in zone classificate o, comunque, ad attività che potrebbero esporre il nascituro ad una dose che ecceda 1 mSv durante il periodo della gravidanza.
È fatto obbligo alle lavoratrici di notificare al datore di lavoro il proprio stato di gestazione, non appena accertato.
È altresì vietato adibire le donne che allattano ad attività comportanti un rischio di contaminazione.

Compiti dell'Esperto Qualificato

L'esperto qualificato nell'esercizio dell'attività per conto del datore di lavoro deve effettuare:

  • le valutazioni di radioprotezione di cui all'art. 61;
  • l'esame e la verifica delle attrezzature, dei dispositivi e degli strumenti di protezione ed in particolare l'esame preventivo e rilascio benestare sui progetti di nuove istallazioni e di modifiche rilevanti dal punto di vista protezionistico;
  • la prima verifica degli impianti nuovi o ristrutturati;
  • la verifica periodica delle buone condizioni di funzionamento degli strumenti di misura e dell'efficacia dei dispositivi e delle tecniche di radioprotezione;
  • la sorveglianza ambientale di radioprotezione nelle zone controllate e sorvegliate;
  • la valutazione delle dosi e delle introduzioni di radionuclidi relativamente ai lavoratori esposti.

La valutazione della dose individuale per i lavoratori di categoria A derivanti da esposizioni esterne deve essere eseguita mediante apparecchi di misura individuale nonchè in base ai risultati della sorveglianza ambientale mentre quelli derivanti da esposizione interna deve essere eseguita in base ad idonei metodi fisici e/o radiotossicologici.
La valutazione della dose per i lavoratori non di categoria A può essere eseguita sulla scorta dei risultati della sorveglianza fisica dell'ambiente di lavoro.
L'Esperto Qualificato comunica per iscritto almeno ogni sei mesi al medico autorizzato le valutazioni delle dosi ricevute dai lavoratori di Categoria A mentre almeno annualmente al medico addetto alla sorveglianza medica quelle relative agli altri lavoratori esposti. In caso di esposizione accidentale o di emergenza la comunicazione deve essere immediata
L'esperto qualificato deve inoltre procedere alle analisi e valutazioni necessarie ai fini della sorveglianza fisica della popolazione ed in particolare effettuare la valutazione preventiva dell'impegno di dose derivante dall'attività e, in corso di esercizio delle dosi ricevute o impegnate dai gruppi di riferimento della popolazione in condizioni normali e d'incidente.

In base alle valutazioni relative all'entità del rischio l'esperto qualificato indica con apposita relazione scritta al datore di lavoro:

  • l'individuazione e la classificazione delle zone;
  • la classificazione dei lavoratori, previa definizione da parte del datore di lavoro delle attività che questi debbono svolgere;
  • tutti i provvedimenti di cui ritenga necessaria l'adozione al fine di assicurare la sorveglianza fisica;
  • la valutazione delle dosi ricevute per tutti i lavoratori esposti e per i gruppi di riferimento.

Limiti di Dose


Persone del Pubblico e Lavoratori non esposti

Limite di dose = Rischio massimo accettabile

Persone del pubblico = individui della popolazione =Lavoratori non esposti

Dose efficace 1 mSv/anno
Dose equivalente per organo da Nero cm Donne Ballo Nero Kern Raso Scarpe 9 90 Anna 947 pHxfCSwRq
Cristallino : 15 mSv/anno
Pelle : 50 mSv/anno


Lavoratori Esposti

Lavoratori esposti = persone sottoposte ad una esposizione che può comportare dosi superiori ai limiti fissati per le persone del pubblico

Lavoratori esposti di Categoria A = suscettibili di ricevere dosi maggiori del limite fissato.

La I.C.R.P. (International Commission on Radiological Protection) ha proposto come rischio lavorativo massimo accettabile, da radiazioni ionizzanti, uno pari a quello che si ritrova in professioni considerate sicure (rischio annuale di morte inferiore a 10-4 )

Secondo l'ICRP si può ipotizzare che irradiando un milione di persone con 10 mSv sono attesi circa 100 casi di tumore.

Mid Escursionismo Uomo Stivali Renegade Blau Lowa GTX da Alti qXwaypEA
Dose efficace 20 mSv/anno
Dose equivalente per organo
Cristallino : 150 mSv/anno
Pelle e agli arti : 500 mSv/anno

Lavoratori Esposti di Categoria A :


Dose efficace > 6 mSv/anno
Dose equivalente per organo Cristallino, pelle e estr.: >3/10 dei limiti

Lavoratori Esposti di Categoria B :


1 mSv/anno

Limiti per la classificazione delle aree

  • Zona Controllata: possibile esp. superiore ai 6 mSv /anno
  • Zona Sorvegliata: possibile esp. compresa tra 1e 6 mSv /anno

Le zone classificate vengono contrassegnate con la relativa segnaletica internazionale

Donna Argento Scarpe 10Cm Liang alti 39 Poco Tacchi Xia Punta Inizio Piece Nera Bocca Con Profonda Opaca Alta Tacchi Gray Yukun Alti Autunno S1qHUw


Sorveglianza fisica : aspetti operativi

La sorveglianza fisica della radioprotezione dei lavoratori e della popolazione deve essere effettuata ove le attività svolte comportino la classificazione degli ambienti di lavoro o degli operatori come lavoratori esposti.

Essa si articola nelle seguenti voci:

  • Valutazione dei Rischi
  • Controlli periodici
  • Gestione dei Dispositivi di protezione
  • Dosimetria individuale
  • Norme di Comportamento

Valutazione del rischio

La sua entità è funzione della Probabilità che l'evento dannoso si verifichi e della sua Gravità

R = G * P

Controlli periodici

  • Dosimetrici: sono effettuate sulle apparecchiature radiologiche di scopia e grafia.
  • Ambientali: sono effettuati negli ambienti in cui vengono impiegate le apparecchiature radiologiche e contemplano anche verifiche su:
    - Cartellonistica e norme interne
    - Microswitch e interruttori di emergenza
    - Luci di segnalazione
    - Barriere protettive
    - Sistemi di diaframmazione per radioscopia
    - Radiazioni indesiderate
    - Distanza paziente-interruttore di posa
    - Sistemi di limitazione di campo RX

Gestione dei Dispositivi di protezione

I dispositivi di protezione devono essere utilizzati in modo appropriato al fine di ridurre il rischio residuo. Di detti dispositivi anti-X fanno parte accessori come gli occhiali, i guanti, i camici le barriere fisse e mobili e le barriere visive.

Dosimetria individuale

La dosimetria individuale viene effettuata mediante l'impiego di badge a film o TLD oppure mediante dosimetri a lettura diretta come penne dosimetriche.

Essi sono utilizzati per:

  • Valutazione della dose assorbita
  • Monitoraggio dell'attività a rischio di esposizione
  • Protezione indiretta dell'operatore

I dosimetri personali devono possedere le seguenti caratteristiche:

- Alta sensibilità e risoluzione
- Ampio range e bassa soglia di rivelazione
- Risposta lineare con la dose
- Indipendenza dalla qualità del fascio
- Omogeneità, riproducibilità, fading

Per una attenta valutazione della dose assorbita, è fondamentale il loro corretto utilizzo da parte del lavoratore, a tal fine occorre porre particolare attenzione a:

- Posizionamento
- Periodo di utilizzo
- Esposizione alla luce
- Esposizione a fonti di calore
- Sterilizzazione

Norme di comportamento

Assicurarsi che, durante l'esecuzione dell'esame, all'interno del locale rimangano solo le persone che sono strettamente necessarie.
Coloro che non possono allontanarsi dal fascio radiogeno devono sempre indossare il camice protettivo in materiale piombo equivalente.
Assicurarsi che quanti permangono nella sala durante l'erogazione raggi siano stati preventivamente classificati dall'Esperto Qualificato dell'Azienda

Nel caso in cui sia necessario assistere il paziente durante l'esecuzione dell'indagine tale funzione dovrà essere assolta dai lavoratori classificati esposti solo nel caso in cui non sia possibile richiedere l'intervento di un volontario di cui va raccolto preventivamente il consenso esplicito all'esposizione volontaria. In ogni caso, il fascio diretto non deve essere rivolto verso chi collabora all'esecuzione dell'esame.

Durante l'esecuzione di esami radiografici devono essere necessariamente attivi i segnalatori luminosi posti all'esterno delle porte di accesso alla diagnostica (non si applica per le sale di degenza) e i microinterruttori delle porte ove prescritti dall'Esperto Qualificato.
E' vietato l'accesso al locale quando siano attivati i segnalatori luminosi citati al punto precedente.

Effettuare l'erogazione raggi ponendosi ad una distanza di almeno 2 metri dall'asse del fascio utilizzando il comando a distanza.
Far allontanare, quando è possibile, i pazienti dai letti più vicini.
Diaframmare in modo che il fascio di raggi X sia completamente compreso nella superficie del portalastre.
Utilizzare lo stativo portalastre in tutti i casi in cui ciò sia possibile

Controllare che i microinterruttori e le segnalazioni luminose nei punti di accesso siano regolarmente funzionanti ed abilitati.
Chi esegue gli esami radiografici deve verificare il perfetto funzionamento dell'apparecchio radiologico e comunque segnalare tempestivamente all'Esperto Qualificato o al Servizio di Fisica Sanitaria ogni difetto di funzionamento che implichi possibilità di sovraesposizione.
BAJIAN scarpe basse estivi Flip Flop Peep Ladies Alta scarpe di toe heelsWomen LI sandali sandali
Tali segnalazioni vanno inoltrate a:
U.O. Fisica Sanitaria Azienda USL di Piacenza; Via Taverna, 49 29100 Piacenza Tel.0523-302695 e Fax - Segreteria 0523/302680.

Donna Argento Scarpe 10Cm Liang alti 39 Poco Tacchi Xia Punta Inizio Piece Nera Bocca Con Profonda Opaca Alta Tacchi Gray Yukun Alti Autunno S1qHUw


Sorveglianza medica della radioprotezione

Misure generali di tutela:

  • Eliminare i rischi
  • Ridurre i rischi alla fonte
  • Programmazione e prevenzione
  • Sostituire pericoloso con meno pericoloso
  • Rispetto dell'ergonomia
  • Priorità misure di protezione collettiva rispetto a quelle individuali
  • Limitare il numero di lavoratori esposti al rischio
  • Limitare l'uso di agenti
  • Controllo sanitario
  • Allontanamento dei lavoratori
  • Misure igieniche
  • Misure di protezione
  • Misure di emergenza
  • Segnali di sicurezza e avvertimento
  • Manutenzione regolare
  • Informazione - formazione

Concetto di rischio in generale

Il pericolo è la proprietà di una sostanza, di un dispositivo, di un comportamento umano avente la possibilità, in determinate condizioni, di essere fonte di danno.

Rischio

R = G d

G = probabilità (o frequenza ) di avere eventi pericolosi
d = danno che tali eventi possono provocare

Probabilità: la probabilità di un evento è il rapporto fra numero dei casi favorevoli all'evento e il numero dei casi possibili, purchè tutti i casi considerati siano egualmente possibili.

Frequenza di danno ( G )

G = p k

p = frequenza di eventi non voluti
k = probabilità che gli eventi risultino effettivamente pericolosi


Donna Argento Scarpe 10Cm Liang alti 39 Poco Tacchi Xia Punta Inizio Piece Nera Bocca Con Profonda Opaca Alta Tacchi Gray Yukun Alti Autunno S1qHUw

Valutazione del rischio

I rischi maggiori occuperanno in tale matrice le caselle di testo in alto a destra (danno letale, probabilità elevata), quelli minori le posizioni più vicine all'origine degli assi (danno lieve, probabilità trascurabile), con tutta la serie di posizioni intermedie facilmente individuabili. Una tale rappresentazione costituisce un punto di partenza e le priorità per la programmazione temporale degli interventi di protezione e prevenzione da adottare. Ad esempio:

R>8 Azioni correttive indilazionabili
4<=R<=8 Azioni correttive necessarie da programmare con urgenza
2<=R<=3 Azioni correttive e/o migliorative da programmare nel breve-medio termine.
R=1 Azioni migliorative da valutare in fase di programmazione.

Scala delle probabilità

4 Altamente probabile
  • Esiste una correlazione diretta tra la mancanza rilevata e il verificarsi del danno ipotizzato per il lavoratore
  • Si sono già verificati danni per la stessa mancanza rilevata nella stessa azienda o in aziende simili o in situazioni operative simili (consultare le fonti di dati su infortuni e malattie professionali dell'azienda, della USL, dell'ISPESL, ecc.)
  • Il verificarsi del danno conseguente la mancanza rilevata non susciterebbe alcuno stupore nell'azienda
3 Probabile
  • La mancanza rilevata può provocare un danno, anche se non in modo automatico o diretto
  • E' noto qualche episodio in cui alla mancanza ha fatto seguito il danno
  • Il verificarsi del danno ipotizzato susciterebbe una moderata sorpresa in azienda
2 Poco probabile
  • La mancanza rilevata può provocare un danno solo in circostanze sfortunate di eventi
  • Sono noti solo rarissimi episodi già verificatisi
  • Il verificarsi del danno ipotizzato non susciterebbe grande sorpresa
1 Improbabile
  • La mancanza rilevata può provocare un danno per la concomitanza di più eventi poco probabili indipendenti
  • Non sono noti episodi già verificatisi
  • Il verificarsi del danno susciterebbe incredulità

 

Scala dell'entità del danno D

4 gravissimo
  • Infortunio o episodio di esposizione acuta con effetti letali o di invalidità totale
  • Esposizione cronica con effetti letali e/o totalmente invalidante
3 Grave
  • Infortunio o episodio di esposizione acuta con effetti di invalidità parziale
  • Esposizione cronica con effetti irreversibili e/o parzialmente invalidanti
2 Medio
  • Infortunio o episodio di esposizione acuta con inabilità reversibile
  • Esposizione cronica con effetti reversibili
1 Lieve
  • Infortunio o episodio di esposizione acuta inabilità rapidamente reversibile
  • Esposizione cronica con effetti rapidamente reversibili

 

Normativa

La Sorveglianza Medica della Radioprotezione è l'insieme delle visite mediche, delle indagini specialistiche e di laboratorio, dei provvedimenti sanitari adottati dal medico, al fine di garantire la protezione sanitaria dei lavoratori esposti.

Il datore di lavoro deve provvedere ad assicurare mediante uno o più medici detta sorveglianza medica dei lavoratori.

La sorveglianza medica dei lavoratori che non sono classificati in categoria A è assicurata tramite medici competenti o medici autorizzati. La sorveglianza medica dei lavoratori di categoria A è assicurata mediante medici autorizzati.

Sorveglianza Medica Preventiva

Il datore di lavoro deve provvedere a che i lavoratori esposti e gli apprendisti e studenti prima di essere destinati ad attività che li espongono alle radiazioni ionizzanti, siano sottoposti a visita medica a cura del medico addetto alla sorveglianza medica.

Il datore di lavoro deve rendere edotto il medico all'atto della visita della destinazione lavorativa del soggetto nonchè dei rischi, ancorchè diversi da quella radiologica, connessi a tale destinazione.

La visita medica preventiva deve comprendere una anamnesi da cui risultino anche le eventuali esposizioni precedenti, sia dovute alle mansioni che ad esami e trattamenti medici; il medico comunica per iscritto al datore di lavoro il giudizio di idoneità ed i limiti di validità del medesimo

Visite mediche periodiche e straordinarie

Il datore di lavoro deve provvedere a che il lavoratore esposto gli apprendisti e gli studenti siano sottoposti a cura del medico addetto a visita medica periodica almeno una volta l'anno e comunque ogni volta venga cambiata destinazione lavorativa o almeno i rischi connessi.
sandali Flop LI sandali basse Flip toe Alta Peep heelsWomen scarpe Ladies di scarpe BAJIAN estivi

Per i lavoratori di categoria A e per gli apprendisti e studenti ad essi equiparati la visita medica deve essere effettuata almeno ogni sei mesi.

Prima della cessazione del rapporto di lavoro il datore di lavoro deve provvedere a che il lavoratore sia sottoposto a visita medica.

Compiti del Medico addetto alla Sorveglianza

  • analisi dei rischi individuali ai fini della programmazione di indagini specialistiche e di laboratorio atte a valutare lo stato di salute del lavoratore (protocollo di sorveglianza sanitaria);
  • istituzione e aggiornamento dei documenti sanitari personali e loro consegna all'ISPESL;
  • consulenza al datore di lavoro per la messa in atto di infrastrutture e procedure idonee a garantire la sorveglianza medica dei lavoratori esposti.

Allontanamento dal lavoro

Il Datore di Lavoro ha l'obbligo di allontanare immediatamente dal lavoro comportante esposizione i lavoratori che alla visita medica risultino non idonei.

Detti lavoratori non possono proseguire l'attività se non dopo essere stati riconosciuti nuovamente idonei dal medico.

Il medico deve richiedere l'allontanamento del lavoratore e l'eventuale reinserimento.


Disposizioni particolari per le lavoratrici

Le donne gestanti non possono svolgere attività in zone classificate o, comunque, attività che potrebbero esporre il nascituro ad una dose che ecceda 1 mSv durante il periodo della gravidanza.

Rischi all'embrione per Esposizione occupazionale

La normativa italiana è cautelativa rispetto alle indicazioni della Commissione Internazionale per la Protezione Radiologica (ICRP).
Una volta che la gravidanza sia stata dichiarata, dovrebbe essere evitata un'esposizione alla superficie dell'addome della donna superiore a 2 mSv.
I rischi all'embrione derivanti dalla esposizione occupazionale alle radiazioni (con dosi comprese fra 0,02 e 5 mSv) sono minimi se confrontati con quelli naturali.
Il massimo rischio teorico per l'embrione umano esposto a dosi di 50 mSv o meno è estremamente piccolo.

Rischi associati alla irradiazione durante lo sviluppo del feto

L'UNSCEAR (United Nations Scientific Committee on the Effects of Atomic Radiation) ha stimato che una dose all'embrione di 10 mSv somministrata durante tutta la gravidanza aggiungerebbe una probabilità di effetti negativi per la salute inferiore a 0.002, mentre il normale rischio che un soggetto non irradiato vada incontro alle stesse condizioni è circa 0.06.

Irraggiamento delle gonadi prima del concepimento

Negli anni tra il 1920 e il 1940 vennero effettuati trattamenti con radiazioni su donne affette da infertilità (dosi da 500 a 750 mSv in 3 settimane) dando luogo a gravidanze normali e a bambini sani.

Non sembra esserci alcuna evidente, probabilità di incremento di malformazioni nei neonati provenienti dal concepimento dopo irradiazione delle ovaie della madre a questi valori di dose


Donna Argento Scarpe 10Cm Liang alti 39 Poco Tacchi Xia Punta Inizio Piece Nera Bocca Con Profonda Opaca Alta Tacchi Gray Yukun Alti Autunno S1qHUw

Effetti biologici delle radiazioni

Gli effetti biologici delle radiazioni si articolano e sviluppano in quattro fasi:

  • Fisica (ionizzazione)
  • Fisico - chimica (radicali liberi)
  • Chimica (interazione radicali)
  • Biologica (trasferimento delle modifiche chimiche ai sistemi biologici)

Gli effetti possono essere di due tipi:

  • temporanei (intervento dei meccanismi di riparazione)
  • permanenti :
    - somatici (confinamento dell'effetto)
    - genetici (conseguenze sulla prole)

Danni somatici (confinati all'individuo irradiato)


Stocastici : Tumori solidi, Leucemie
Deterministici : Radiodermiti, Cataratta, Infertilità, Sindrome acuta da irradiazione, Aplasia midollare

Danno genetico (trasferimento alle progenie)

Stocastici : Mutazioni genetiche, Aberrazioni cromosomiche

Caratteristiche generali del danno deterministico:

¨ Dose soglia
¨ Relazione non lineare
¨ Reversibilità (entro certi limiti)
¨ Insorgenza generalmente precoce
¨ Prevedibilità della comparsa
¨ Funzione del volume di tessuto irradiato

Caratteristiche generali effetti stocastici

¨ assenza di soglia
¨ legge del tutto o nulla
¨ assenza di reversibilità
¨ latenza lunga o molto lunga
¨ aspecificità
¨ indipendenza dal volume irradiato

Danno al DNA

Danno diretto: La radiazione, attraversando la cellula, ionizza ed eccita gli atomi e le molecole della struttura cellulare, dando luogo a frammenti dotati di carica elettrica chimicamente instabili.
Formazione di radicali liberi per rottura dei legami covalenti.

Danno indiretto: Il danno chimico che si determina in seguito all'assorbimento delle radiazioni da parte della cellula è rappresentato da radicali liberi, atomi o molecole molto reattivi (presentano un elettrone spaiato nell'orbita esterna che tende ad ossidare o a ridurre), che trasferiscono energia di radiazione alle molecole biologiche. E' la modalità di danno più frequente poiché il materiale biologico è composto per il 70-80 % da acqua.

Il danno può essere amplificato dalla maggiore o minore presenza di ossigeno all'interno dei tessutti irradiati, questo fenomeno prende il nome di effetto ossigeno e indica la maggiore sensibilità delle cellule dei tessuti irradiati al danno in presenza di ossigeno rispetto alle condizioni di anossia. OER (Oxygen Ennancement Ratio) è il rapporto tra la radiosensibilità in presenza e in assenza di ossigeno.

Stima nell'individuo adulto della soglia di dose per effetti non stocastici (ICRP 41 modificata)

Tessuto ed effetto
Soglia di dose Limiti annuali di equivalentie di dose attualmente raccomandati (Sv)*
Dose in singola esposizione (Sv)
Dose x espos. fortemente frazionate o protratte (Sv)
Dose x espos fortemente frazionate x molti anni(Sv)
tessuto considerato
corpo intero
Testicoli
         
Sterilità temporanea
0.15
**
0.4
0.2
0.05
Sterilità permanente
3.5
**
2.0
0.2
0.05
Ovaie
  di Ladies scarpe basse Alta Flip heelsWomen scarpe Flop estivi LI toe sandali Peep BAJIAN sandali        
Sterilità
2.5 – 6.0
6.0
> 0.2
0.2
0.05
Cristallino
         
Opacità osservabili
0.5 – 2.0
5
> 0.1
( 0.15 )
0.05
Cataratta
5.0
> 8
> 0.15
( 0.15 )
0.05
Midollo Osseo
         
Depress. emopoietica
0.5
**
> 0.4
0.4
0.05
Aplasia mortale
1.5
**
> 1
0.4
0.05

* = I valori indicati, eccetto quelli tra parentesi, indicano i limiti annuali dell’equivalente di dose per gli effetti stocastici e si riferiscono ai tessuti in questione.

** = Non applicabile

 

Rapporto Dose-Effetto

Ad alte dosi esiste un rapporto tra dose ed effetto.A basse dosi non vi sono dati sperimentali.Ai fini della radioprotezione i dati relativi alle alte dosi sono stati estrapolati e trasferiti alle basse dosi.

Stima del rischio

Secondo l’ICRP si può ipotizzare che irradiando un milione di persone con 10 mSv sono attesi circa 100 casi di tumore

Suscettibilità alla radioinduzione dei tumori (Tab.1)

0 Donna Mid KEEN da Alta Marsala Arrampicata Canteen Scarpe Terradora Waterproof Beige q7w0aP
Tumori radioindotti “maggiori”
SEDE O TIPO DI TUMORE
INC. SPONTANEA
SUSCETTIBILITA’ RADIOIN.
Mammella Femminile Molto alta Alta
Tiroide
Bassa Molto alta ( specie nelle donne )
Polmone ( bronco )
Molto alta Moderata
Leucemia
Moderata Molto alta
Tratto digerente
Alta Da moderata a bassa
Tumori radioindotti “minori”
SEDE O TIPO DI TUMORE
INC. SPONTANEA
SUSCETTIBILITA’ RADIOIN.
Fegato e vie biliari
Bassa
Moderata
Pancreas
Moderata Moderata
Linfomi
Moderata Peep scarpe scarpe toe Ladies heelsWomen Flip Alta BAJIAN Flop sandali LI estivi basse sandali di Moderata
Reni e vescica Moderata Bassa
Ossa
Molto bassa
Flop toe heelsWomen Peep LI BAJIAN di sandali scarpe Alta Ladies scarpe Flip estivi basse sandali
Bassa
Cute
heelsWomen Flip LI Ladies Alta di sandali Flop estivi basse toe BAJIAN scarpe Peep scarpe sandali Alta Bassa
Faringe
Bassa Moderata

Suscettibilità alla radioinduzione dei tumori (Tab.2)

Sedi o tessuti in cui la incidenza dei tumori radioindotti è incerta
SEDE O TIPO DI TUMORE
INC. SPONTANEA
SUSCETTIBILITA’ RADIOIN.
Tessuo connettivo
Molto bassa
Bassa
Laringe
Moderata Bassa
Seni nasali
estivi scarpe scarpe Flop di sandali sandali Flip BAJIAN Alta Peep basse heelsWomen toe Ladies LI
Molto bassa
Bassa
Paratiroide
Molto bassa
Bassa
Ovaio
Moderata Bassa
Tumori radioindotti “minori”
SEDE O TIPO DI TUMORE
INC. SPONTANEA
SUSCETTIBILITA’ RADIOIN.
Prostata
Molto alta
Assente (* )
Utero e collo dell’utero
Molto alta
Assente (* )
Testicolo
Bassa
Assente (* )
Mesentere e mesotelio
Molto bassa
Assente (* )
Leucemia linfatica cronica
Bassa
Assente (* )

*) = La suscettibilità alla radioinduzione di questi tumori è assente o eccessivamente bassa

Agenti cancerogeni e tumori (Tab.1)

AGENTI
ESPOSIZIONE
SEDE/I DEL TUMORE
Lav.
Med. Soc.
AFLATOSSINA
    x Fegato
MELFALAN *
  x   Midollo osseo
CICLOFOSFAMIDE*
  x   Vescica
ALFA2 AMINODIFENILE **
x     Vescica
BENZIDINA**
x     Vescica
ARSENICO
x x   Pelle e Polmoni
ASBESTO
basse estivi sandali Flop Peep Ladies Flip sandali scarpe LI di heelsWomen Alta toe scarpe BAJIAN
x     Polmone, Pleura, Peritoneo
BENZENE
x     Midollo osseo
BUSULFAN
  x   Midollo osseo
CADMIO
x     Prostata
CLORURO DI VINILE
x     Fegato (angiosarcoma)
CROMO
x     Polmone

*=Agenti alchilanti **=amine aromatiche

Agenti cancerogeni e tumori (Tab.2)

Agenti Lav. Med. Soc Flop Alta sandali BAJIAN basse estivi Peep scarpe di Ladies sandali LI scarpe Flip heelsWomen toe Sede/i del Tumore
Età avanzata-prima gravidanza
    x Mammella
Estrogeni
  x   Utero
Farmaci immunosoppressivi
  x   Sistema reticoloendoteliale
Fumo di tabacco
    x Bocca, Faringe, esofago, etc
Idrocarburi policiclici
    x Polmoni, Bocca, Faringe, etc
Manifatture del cuoio
x     Pelle, Scroto e Polmoni
Radiazioni ionizzanti
x     Seni paranasali
Raggi ultravioletti
x     Midollo osseo, prob. altre
Schistosoma Haematohium *
x x x Pelle, Labbro
Epatite B **
    x Vescica
      x Fegato (epatoma)

* = Parassiti ** = Virus

Donna Argento Scarpe 10Cm Liang alti 39 Poco Tacchi Xia Punta Inizio Piece Nera Bocca Con Profonda Opaca Alta Tacchi Gray Yukun Alti Autunno S1qHUw

RADIOPROTEZIONE DEL PAZIENTE: Normativa

Principi generali

  • Giustificazione: i tipi di attività che comportano esposizione alle radiazioni ionizzanti debbono essere preventivamente giustificati e periodicamente riconsiderati alla luce dei benefici che da essi derivano.
  • Ottimizzazione: le esposizioni alle radiazioni ionizzanti debbono essere mantenute al livello più basso ragionevolmente ottenibile, tenuto conto dei fattori economici e sociali; Principio ALARA “as low as reasonably achievable.
  • Limitazione: la somma delle dosi ricevute e impiegate non deve superare i limiti prescritti, in accordo con le disposizioni del Decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 230 e dei relativi provvedimenti applicativi.

DECRETO LEGISLATIVO n° 187 del 26/05/00

Con l’emanazione di questo decreto la normativa italiana ha recepito e dato attuazione della direttiva Euratom 97/43 in materia di radiazioni ionizzanti.

CAMPO DI APPLICAZIONE( art 1 comma 2)

Comma 2 ...omissis….

- esposizione di pazienti nell’ambito della rispettiva diagnosi o trattamento;
- esposizione di persone nell’ambito della sorveglianza sanitaria professionale;
- esposizione di persone nell’ambito di programmi di screening sanitario.

Comma 3…. omissis…. Esposizione di persone che consciamente e volontariamente, al di fuori della loro occupazione, assistono e confortano persone sottoposte a esposizioni mediche.

PRINCIPIO DI GIUSTIFICAZIONE

Principi di carattere generale:

- giustificazione di tutti i nuovi tipi di pratiche che comportano esposizioni mediche
- verifica dell’efficacia delle esposizioni mediche in riferimento ai vantaggi diagnostici complessivi da esse prodotte, incluso il bilancio rischio beneficio
- confronto con tecniche diagnostiche alternative

Principi di carattere individuale

- Ogni pratica che comporta un’esposizione medica deve essere giustificata per il singolo individuo e caso per caso (comma 4).
- Al fine di evitare esposizioni non necessarie ci si deve assicurare di non essere in grado di procurarsi precedenti informazioni diagnostiche pertinenti (comma 5).
- Per quanto riguarda la fluoroscopia, gli esami senza intensificazione dell’immagine o tecniche analoghe non sono giustificati e sono pertanto vietati (comma 6).
- Gli esami fluoroscopici senza dispositivo per controllare il rateo di dose sono limitati a casi giustificati da esigenze diagnostiche o terapeutiche (comma 7).
- Il principio di giustificazione si applica anche in riferimento all’esposizione di persone che accompagnano il paziente sottoposto a pratiche mediche comportanti l’esposizione a radiazioni ionizzanti. Tale esposizione é, comunque, vietata nei confronti dei minori e delle donne in stato di gravidanza. Le relative giustificazioni e i relativi vincoli di dose sono indicati nell’allegato I, parte I (commi 8 e 9).

PRINCIPIO DI OTTIMIZZAZIONE

scarpe sandali Flip Alta Flop Ladies BAJIAN sandali estivi scarpe toe di basse LI heelsWomen Peep Le disposizioni normative sono rivolte allo specialista e al responsabile dell’impianto radiologico, per certi aspetti anche all’esercente.

RIGUARDA:

- la scelta delle attrezzature

- la produzione adeguata di un’informazione diagnostica appropriata o del risultato terapeutico

- la delega degli aspetti pratici

- i programmi di garanzia di qualità, inclusi i controlli di qualità

- l’esame e la valutazione delle dosi o delle attività somministrate al paziente

- livelli diagnostici di riferimento (LDR) secondo le linee guida indicate nell’allegato II (comma 3).

- vincoli di dose per le persone che accompagnano il paziente

- informazioni al paziente per medicina nucleare e radioterapia in merito alla riduzione di dose per le persone in diretto contatto con il medesimo.

LDR

I LDR vanno intesi come strumenti di lavoro per ottimizzare le prestazioni. Sono grandezze (tempi, attività, ecc.) facilmente misurabili e tipiche per ogni procedura diagnostica. I LDR, avendo valore standard, non si riferiscono a misure di dose assorbita dal singolo paziente e non devono essere utilizzati al di fuori di programmi di miglioramento della qualità in radiodiagnostica,

LIMITAZIONE

Principi generali

  • DISTANZA:
    sorgente piccola: dose µ 1/distanza2
    sorgente estesa: dose µ 1/distanza
  • TEMPO dose µ tempo esposizione
  • SCHERMATURA
  • TECNICHE DI RIDUZIONE DELLA DOSE (paziente)
  • SOSTITUZIONE CON ALTRE METODICHE

Tabella riassuntiva definizioni e compiti
Soggetto
Definizione
Compiti
Esercente
Responsabile dell’azienda ospedaliera
- identifica il responsabile dell’impianto radiologico

- assegna l’incarico ad un esperto in fisica medica

- assegna l’incarico per i controlli di qualità

- sceglie le apparecchiature

- adegua gli apparecchi con interventi correttivi

- tiene un inventario aggiornato delle attrezzature

- provvede a che gli esami siano registrati singolarmente

Prescrivente
Medico curante che invia il paziente ad altro presidio ospedaliero
- applica i principi di giustificazione

- sceglie il tipo di pratica

Specialista
Medico chirurgo o odontoiatra che ha titolo per effettuare una pratica

- applica i principi di giustificazione

- produce un’informazione diagnostica adeguata

- attua i protocolli di riferimento per ogni attrezzatura

Responsabile di impianto radiologico
Medico specialista in radiodiagnostica radioterapia o medicina nucleare

- adotta i protocolli di riferimento per attrezzatura

- verifica ogni 2 anni le dosi impartite ai pazienti rispetto ai livelli diagnostici di riferimento (LDR) anche per i bambini

- adotta programmi di garanzia della qualità

- fa eseguire prove di accettazione e prove periodiche sugli apparecchi RX

- provvede a che siano intrapresi i controlli di qualità

- provvede a che gli esami siano registrati singolarmente

Esperto in fisica medica
Laureato in fisica specializzato in fisica sanitaria o laureato in fisica chimica o ingegneria con 5 anni di lavoro nel Servizio Sanitario Nazionale o accreditato
- collabora nella predisposizione del sistema di garanzia della qualità

Peep Alta sandali di LI sandali BAJIAN heelsWomen toe Flip Flop basse scarpe estivi Ladies scarpe - valuta le dosi al paziente e le verifica in confronto con i livelli diagnostici di riferimento (LDR) anche per i bambini

- effettua prove di accettazione e prove periodiche sugli apparecchi RX

Esperto qualificato
professionista iscritto agli appositi elenchi nazionali
- collabora nella stesura del protocollo dei controlli di qualità

- effettua controlli di qualità

TSRM
tecnico sanitario di radiologia medica
- collabora nella stesura del protocollo dei controlli di qualità

- effettua controlli di qualità

- effettua gli aspetti pratici per l’esecuzione della procedura

Donna Argento Scarpe 10Cm Liang alti 39 Poco Tacchi Xia Punta Inizio Piece Nera Bocca Con Profonda Opaca Alta Tacchi Gray Yukun Alti Autunno S1qHUw

Radioprotezione del paziente : aspetti operativi

Radiodiagnostica tradizionale

Le tecniche di riduzione della dose prevedono vari tipi di controlli ed interventi, tipicamente essi riguardano:

  • Tensione: l’aumento della tensione diminuisce molto l’esposizione ma una tensione troppo alta appiattisce l’immagine.
  • Filtrazione: deve essere adeguata perchè i filtri assorbono prevalentemente le basse energie diminuendo l’intensità del fascio.
  • Lo strato emivalente (SEV) esprime la qualità della radiazione (spettro del raggio). Il valore del SEV dipende dalla tensione del tubo e dalla filtrazione.
  • Distanza fuoco-pelle: la distanza a cui può essere impiegata l’apparecchiatura è funzione della potenza del generatore. Maggiore è la distanza minore è la dose somministrata la paziente.
  • Ampiezza del campo: tanto maggiore sono le dimensioni del campo tanto più importante è l’effetto Compton con relativo aumento della dose somministrata.
  • Tecnologia delle apparecchiature: scopia pulsata e tecniche digitali sono, ad esempio, in grado di ridurre la dose.

Vale la pene ricordare la possibile sostituzione delle tradizionali tecniche radiologiche con altre metodiche diagnostiche quali ecografia e risonanza magnetica nucleare.

Radiodiagnostica interventistica

Le Procedure di Radiologia Interventistica, che sono per la gran parte effettuate utilizzando una Catena Televisiva che trasmette immagini fluoroscopiche generate da un sistema Sorgente Radiogena - Amplificatore di Brillanza, necessitano di tempi anche molto lunghi di scopia, non paragonabili con quelli delle altre metodiche di tipo diagnostico.

La costante crescita delle domanda di tali metodiche ha reso di estrema attualità il problema del controllo dose sia al paziente che all'operatore.

La dose e la qualità dell'immagine sono strettamente connesse; appare pertanto evidente la necessità di disporre di ogni possibile accorgimento atto a rendere le procedure interventistiche più sicure in termini di una drastica riduzione della dose al paziente ed all'operatore, mantenendo tuttavia una qualità di immagine senza compromessi.

Va da se che l'impiego di una dose troppo bassa, con qualità di immagine scadente, comporta facilmente un prolungamento del tempo di procedura, mentre una qualità di immagine sproporzionata ha come conseguenza una dose più alta del necessario sia per il paziente che per l'equipe interventistica.

Sistemi atti alla riduzione della dose
(Apparecchiatura ed Operatore dipendenti)

  • Dimensioni del Campo: la scelta dipende dal potere di risoluzione necessario alla effettuazione della procedura; un aumento dell'ingrandimento comporta un miglioramento della risoluzione ma anche un concomitante aumento della dose
  • Collimazione: molto importante è l'uso costante dei collimatori per limitare il campo di visione allo stretto necessario. Su alcune apparecchiature la posizione dei collimatori e di filtri semi~trasparenti viene rappresentata graficamente sovrapposta all'ultima immagine di scopìa selezionata sul monitor ( Last Image Hold ); è possibile variarne la posizione agendo semplicemente sul joystick, senza la necessità di eseguire ulteriori esposizioni.
  • Scopia Pulsata Digitale: l'immagine fluoroscopica deriva dalla emissione di radiazioni ad impulso e non in modo continuo; sono generalmente disponibili varie frequenze di impulso, ad es. 3, 7.5, 15 e 30 impulsi/sec.

Sistemi atti alla riduzione della dose

(dipendenti dalle caratteristiche della Apparecchiatura )

  • Sistemi di controllo automatico della dose: sulla base dell'assorbimento ovvero della trasparenza del paziente rilevata durante la fluoroscopia, consentono di utilizzare automaticamente i valori ottimali di esposizione, senza necessità di esposizioni test nè di interruzioni.
  • Selective Dominant Measurement: consente un ulteriore controllo automatico della dose in scopia ed in acquisizione; è costituito da una matrice di foto-diodi posizionata all'uscita dell'I.B. e consente la scelta di differenti campi dominanti ( dx, sin, centrale oppure una loro combinazione ) in funzione delle necessità cliniche; i campi possono essere visualizzati sul monitor.
  • Prefiltrazione del fascio radiante: consiste nell'inserimento automatico di filtri di dose, fino a 0,2 mmCu; l'obiettivo è quello di eliminare la componente a bassa energia della radiazione-X che non è utile per la qualità dell'immagine ma che, al contrario, può essere assorbita dal paziente e dall'operatore. L'inserimento automatico dei filtri avviene, durante l'acquisizione, in funzione della trasparenza della regione anatomica esaminata.

Radioterapia ocologica

Terapia medica basata sull’utilizzo di radiazioni ionizzanti per il trattamento dei tumori maligni.
I trattamenti radioterapici possono avere i seguenti intendimenti ( sono indicati i livelli di dose normalmente impiegati):

¨ RADICALE ESCLUSIVA 60/80 Gy

¨ PRE-OPERATORIA 40/50 Gy

¨ POST-OPERATORIA 50/60 Gy

¨ PALLIATIVA circa 40 Gy

¨ SINTOMATICA 30/40 Gy

¨ IN VARIE COMBINAZIONI CON LA CHEMIOTERAPIA

Per effettuare un Rx torace la dose è di circa 0.4 mGy = 0.0004 Gy. Se si effettua una Radioterapia con 50 Gy, per ottenere una dose equivalente sarebbe necessario effettuare 125.000 Rx del torace

Dosi tanto elevate e campi solitamente grandi, obbligano a proteggere le aree non interessate dal tumore, così da ridurre l’irradiazione ai tessuti sani circostanti.

La salvaguardia dei tessuti sani si ottiene con l’utilizzo dele apparecchiature che hanno la caratteristica di abbattere le radiazioni al di fuori del campo da irradiare, mediante i collimatori

Nella stessa regione da sottoporre a trattamento possono trovarsi organi o parenchimi nobili, estremamente sensibili alle radiazioni, che devono essere schermati in maniera da non superare la dose di tolleranza intrinseca per ogni organo.

La protezione del paziente e dgli organi a rischio, si ottiene mediante la sagomatura dei campi, schermando le aree non interessate dal tumore con leghe a basso punto di fusione contenenti piombo, stagno, cadmio e bismuto.

Giustificazione

Prima di sottoporre qualsiasi paziente a radioterapia è necessario seguire delle linee guida che possano giustificare il trattamento.

A questo scopo sono necessarie:

¨ Diagnosi istologica di malignità

¨ Anamnesi ed esame obiettivo generale e locale

¨ Patologie associate

¨ Eventuali trattamenti precedenti e/o concomitanti

¨ Estensione della malattia (TC, RNM, PET)

¨ Stadiazione (classi TNM)

¨ Performance status

¨ Consenso informato per le reazioni acute e tardive

Ottimizzazione

Consiste nella ricerca della tecnica migliore di trattamento al fine di ottenere con precisione una distribuzione di dose conforme alla prescrizione.
L’obiettivo è quello di dare al paziente il massimo della probabilità di ottenere il controllo locale mantenendo la comparsa di complicanze entro livelli accettabili.
Per raggiungere l’ottimizzazione è necessario che il paziente collabori e per tale scopo si utilizzano sistemi contenitivi e sistemi di bloccaggio specie per i trattamenti rivolti al capo-collo.
Per valutare con accuratezza se un trattamento risponde alle caratteristiche dell’ottimizzazione è utile ricorrere sia a tecniche speciali (piani in 3D, terapie conformazionali con multileaf e con modulazione della dose) sia alla valutazione degli istogrammi dose-volume.

Medicina Nucleare

Giustificazione

Il prescrivente ed il medico specialista cercano di ottenere, laddove fattibile, precedenti informazioni diagnostiche o documentazione medica pertinenti alla prevista esposizione ed esaminano questi dati per evitare esposizioni non necessarie.

Il medico nucleare valuta la possibilità di utilizzare tecniche sostitutive a quelle con radiazioni ionizzanti secondo quanto previsto……. e conferma l’utilità dell’esame.

Ottimizzazione

Procedimento connesso con le scelte di fondo di indirizzo clinico ( indicazione clinica all’esecuzione dell’esame).Dipende solo in misura modesta dall’uso di accorgimenti tecnici o di varianti nella conduzione dell’esame.
La scelta del radiofarmaco da somministrare deve tener conto delle caratteristiche fisiche del radionuclide impiegato tipicamente:

  • Tempo di dimezzamento fisico
  • Tipo ed energia delle radiazioni emesse
  • Percentuale di emissione

Sono importanti nella scelta anche:

  • Cinetica del radiofarmaco
  • Quantità di radiofarmaco da somministrare (attività)

E’ molto importante la riduzione di dose nei pazienti pediatrici in quanto le dosi assorbite dal corpo intero e dagli organi critici dipendono notevolmente dalla loro massa.
La dose assorbita nel bambino è di 1-2 ordini di grandezza superiore rispetto all’adulto.Risulta quindi indispensabile una riduzione dell’attività da somministrare.
(Paediatric Task Group dell’ EANM)

La riduzione della dose ai familiari dei pazienti

Per coloro che assistono persone sottoposte ad esposizioni mediche i vincoli di dose efficaci per prestazione diagnostica o trattamento terapeutico sono stabiliti in :

- 3 mSv per adulti di età < 60 anni

- 10 mSv per adulti di età > 60 anni

Devono essere fornite al paziente istruzioni per limitare al massimo l’esposizione dei bambini (distanza, tempo).Per i pazienti che effettuano la radioterapia metabolica ambulatoriale sono redatte istruzioni scritte per il contenimento della dose ai familiari e al pubblico con particolare attenzione per l’uso dei servizi igienici, di stoviglie, di letti.

Donna Argento Scarpe 10Cm Liang alti 39 Poco Tacchi Xia Punta Inizio Piece Nera Bocca Con Profonda Opaca Alta Tacchi Gray Yukun Alti Autunno S1qHUw


 

LA RADIOPROTEZIONE DELLA DONNA IN ETA’ FERTILE, IN GRAVIDANZA E DEL PAZIENTE IN ETA’ PEDIATRICA

Donna in età fertile e in gravidanza

Art. 10 Decreto legislativo 26 maggio 2000, n. 187

1. Accurata anamnesi per stabilire lo stato di gravidanza

2. Per dosi > 1 mSv all’utero, attenzione alla giustificazione, necessità o urgenza, considerando la possibilità di procrastinare l’indagine, se la gravidanza non può essere esclusa; informazione sui rischi se l’esposizione non può essere procrastinata

3. Nel caso di somministrazione di radiofarmaci a donne che allattano, attenzione alla giustificazione, tenendo conto della necessità e dell’urgenza, e all’ottimizzazione; possibilità di sospensione dell’allattamento

4. Disposizioni specifiche per le esposizioni durante la gravidanza e l’allattamento

5. Esposizione di avvisi atti a segnalare il potenziale pericolo

Art. 10 comma 4 Decreto legislativo 26 maggio 2000, n. 187

¨ Nei casi in cui la gravidanza è certa non è consentito l’impiego di procedure che comportino l’irraggiamento dell’embrione o del feto, tranne nei casi di necessità accertata o di urgenza.

¨ Laddove non sia possibile rinviare l’indagine informare la donna dei possibili rischi, associati all’esposizione, per l’embrione o il feto.

¨ Nelle indagini diagnostiche con raggi X programmare l’ottenimento dell’informazione desiderata con il < n° possibile di proiezioni, riducendo al minimo la durata della scopia o il n° delle scansioni nel caso di esami tomografici con tecnica convenzionale, procedendo ad un accurata collimazione ed escludendo dal fascio diretto schermando, ove possibile, il prodotto del concepimento.

Modalità e tipi di danno

Effetti deterministici

I principali effetti deterministici di una irradiazione esterna sull’embrione e sul feto sono la morte, la malformazione, il ritardo mentale.

I dati giapponesi sui sopravvissuti alla bomba atomica esposti in utero ad età comprese fra le 8 e le 15 settimane (fra le 10 e le 17 settimane dall’ultima mestruazione), suggeriscono la possibilità di una risposta senza soglia per l’induzione di grave ritardo mentale rappresentata come perdita di 30 punti di Q.I. per ogni gray di raggi X o g.

Per l’induzione di ritardo mentale, anche si assume una risposta senza soglia nel periodo compreso tra l’8^ e la 15^ settimana dal concepimento, non ci dovrebbero essere importanti implicazioni perché una perdita di 3 punti di Q.I., che corrisponderebbe all’esposizione ad una dose di 100 milligray, non sarebbe rilevabile sul singolo individuo.

Dopo la 15^ sett. il rischio si riduce e la relazione fra GRM e dose non è più lineare.

In generale quindi è improbabile che le dosi ricevute dal feto per esami radiologici causino effetti deterministici in una singola gravidanza.

Stima delle dosi soglia per effetti deterministici conseguenti ad irradiazione del feto con raggi X e g. Dose minima (mSv)

Età gestazionale (settimane) Morte Principali malformazioni Ritardo mentale (dati giapponesi
0 – 1
100
 
2 – 5
250 – 500
200

 

Nessun effetto fino a 8 settimane
5 – 7
500
500

 

7 – 21
> 500

Scarse osservazioni

8 – 15 settimane niente soglia?
16 – 25 settimane soglia; dalla 25^ nessun effetto osservato
22 – termine
> 1000

Scarse osservazioni

Effetti stocastici

Sono quelli che hanno la loro origine nella probabilità di induzione di un danno alle singole cellule dei tessuti (causa di tumori e di malattie ereditarie), per i quali si stima che non esista una soglia di dose.
Il rischio di tali effetti deve essere analizzato confrontandolo con la loro incidenza naturale.
Per la maggior parte delle procedure diagnostiche che somministrano dosi fino a qualche mSv i rischi stocastici associati sono considerati accettabili se paragonati con il rischio naturale.

Induzione di cancro

Dopo un’età gestazionale di 3 o 4 settimane fonti UK ritengono che, fino all’età di 15 anni, il n° di casi di cancro (leucemie e tumori solidi) eccedenti il rischio naturale conseguenti una irradiazione in utero sia circa di 1 su 17.000 per mGy (100 mrad).

Questi rischi fetali sono dati come probabilità di malattia in eccesso e variano da 1 su 30.000 per procedura nel caso di una radiografia pelvica fino a circa 1 su 1.300 per procedura nel caso di una TAC pelvica.

La maggior parte delle procedure radiologiche e di medicina nucleare comporta rischi inferiori a circa 1 su 5.000, ma un rischio di cancro fatale nell’infanzia di circa 1 su 1.300 deve essere considerato significativo perché, sebbene piccolo, è circa la metà del rischio naturale cumulativo di cancro fatale dell’infanzia (1 su 650 secondo fonti UK).

Nel caso di una gravidanza non riconosciuta, nella quale l’età gestazionale varia normalmente tra le 3 e le 4 settimane, il rischio di cancro, sebbene non uguale a zero, viene considerato più basso che nelle successive fasi dello sviluppo fetale.

Effetti ereditari

Il rischio di effetti ereditari conseguenti all’irradiazione fetale è stimato essere lo stesso di quello conseguente all’irradiazione dopo la nascita, cioè circa 1 su 42.000 per mGy per raggi X e g.

La frequenza naturale di malattie ereditarie che si manifesta alla nascita nelle popolazioni umane è stata stimata tra l’1% ed il 3%, aumentando a circa 5% - 6% se si includono alcune anomalie minori.

Così anche l’aumento di rischio ereditario per la progenie di un singolo feto sottoposto a procedure diagnostiche ad alta dose è piccolo se paragonato col rischio naturale.

Effetti preconcezionali delle gonadi

Effetti ereditari

Quando si considera una possibile esposizione delle gonadi del paziente la minimizzazione della dose attraverso un corretto allineamento, una corretta collimazione e l’uso di protezioni quando possibile, ridurrà al minimo i possibili effetti ereditari.
Questa raccomandazione si applica ai pazienti sia maschi sia femmine prima e durante il periodo riproduttivo delle loro vite.
Il rischio di nuove mutazioni che si esprimano come malattie ereditarie nei discendenti è considerato piccolo se paragonato con il rischio di nuove mutazioni dovute a cause naturali.

Cancro nella discendenza

Non ci sono dati umani che suggeriscano simili effetti preconcezionali delle radiazioni ionizzanti.
La minimizzazione della dose alle gonadi viene raccomandata come semplice argomento di prudenza.

Pazienti in età pediatrica

  • Maggiore aspettativa di vita.
  • Alcuni organi sono più radiosensibili di quelli degli adulti. Maggiori possibilità che si manifestino effetti dannosi delle radiazioni.
  • I bambini sono meno collaboranti. Possibilità di non avere le informazioni diagnostiche o ripetizione dell’indagine.

scarpe di scarpe Ladies BAJIAN Flip Flop sandali heelsWomen sandali Peep Alta toe LI basse estivi Criteri generali per ottimizzare la dose per il paziente pediatrico
(European guidelines on quality criteria for diagnostic radiographic images in pediatrics)

  • Costante controllo di qualità delle attrezzature
  • Uso di materiale per cassette, griglie, ecc. a bassa attenuazione, idoneo a ridurre la dose al paziente.
  • Immobilizzazione del paziente:
    -centratura corretta;
    -protezione degli organi critici;
    -fascio collimato col campo da esplorare.
  • Fattori tecnici ottimali per l’esposizione:
    - macchia focale compresa fra 0,6 e 1,5 mm;
    - filtri adeguati (1 mm Al + 0,1/0,2 mm Cu);
    - griglia antidiffusione (no < 6 mesi);
    - DFF adeguata (100 cm - 150 cm);
    - voltaggio: 65 - 85 kV;
    - esposimetro automatico (no < 6 mesi);
    - tempo esposizione: < 20 ms addome, < 10 ms torace;
    - sistema schermo-pellicola: schermi rapidi.

Donna Argento Scarpe 10Cm Liang alti 39 Poco Tacchi Xia Punta Inizio Piece Nera Bocca Con Profonda Opaca Alta Tacchi Gray Yukun Alti Autunno S1qHUw

Questa pagina è stata modificata il: 25/01/2007